Arriva Natale con la razza Frisona…

scelto dalla carne
Tempo di Lettura: 2 minuti

Arriva Natale con la razza Frisona...

Il Natale si avvicina e con esso anche il Babbo Mannarino, pronto a consegnare a tutti i carnivori d’Italia una carne davvero speciale.

Stiamo parlando della razza Frisona, direttamente dalla terra di Babbo Natale, la Finlandia.

Questa particolare varietà è chiamata anche il Wagyu europeo e viene spesso paragonata alla Rubia Gallega per la tenerezza delle sue carni. Paragoni davvero importanti che però sembrano rendere giustizia alla qualità di questa razza come confermato anche dall’ultima World Steak Challenge di Londra, in cui la finlandese si è portata a casa ben quattro medaglie d’oro venendo premiata come la migliore bistecca al mondo.

Una carne che, tra le altre cose, si presta bene alle lunghe frollature ottenendo così un sapore molto intenso, pieno e gradevole.
La Vacca finlandese, infatti, è ricca di grasso con il quale l’animale si è adattato a sopravvivere alle rigide temperature del nord Europa.
Ma non pensate che il freddo abbia diminuito la morbidezza della carne, anzi.
L’alimentazione ad erba e mais e le cure speciali che riservano in allevamento (rigorosamente di tipo familiare) rende la consistenza della razza finlandese morbida e gustosa.
Non si tratta sicuramente dell’unica particolarità della finlandese, anzi. 
La linea che andrà ad occupare il banco macelleria del Mannarino è quella di scottone, cioè le giovani manze e questo particolare tipo di frisona finlandese è alimentata a cioccolato. Questo serve per rendere le loro carni più saporite, ma non solo. Infatti il cioccolato è ricco di zuccheri che vengono bruciati dalle fibre muscolari prima del grasso, preservandolo.
Inoltre pare che queste particolari creature siano ghiotte di cioccolato e regalare loro un vizio di questo genere fa molto bene anche all’umore!

Per scoprire tutto il gusto di questa carne davvero unica vi aspettiamo in macelleria.
Vieni a festeggiare il natale con la migliore compagnia possibile: no, non quella dei parenti ma delle bistecche marchiate Mannarino!