La storia e le origini delle Bombette

La storia delle bombette Il Mannarino
Tempo di Lettura: 2 minuti

La storia e le origini delle Bombette

Cari amici frequentatori del blog più carnivoro che ci sia, oggi non vogliamo parlarvi di una semplice ricetta, né di un piatto della tradizione.

Oggi vogliamo parlare di un vero e proprio stile di vita in arrivo dal cuore della Puglia e che sta conquistando sempre di più i cuori dei milanesi. So cosa state pensando e sì, in effetti ad oggi ci sono più pugliesi a Milano che a Bari, ma questo nulla toglie al gusto eccezionale di quello che è diventato un mito in tutta la city.

Stiamo parlando, naturalmente, del nostro cavallo di battaglia, anzi, capocollo di battaglia: le Bombette Pugliesi. 
Stimata regina delle braci, campionessa indiscussa dello street food tipico, la bombetta è una delle imperdibili specialità della cucina tradizionale pugliese e il macellaio Mannarino ha deciso di soddisfare anche le papille gustative dei buongustai milanesi con la sua chicca dal sapore imperdibile.

Senza perderci in ulteriori lodi, andiamo a scoprire insieme quali sono le origini di questa eccezionale leccornia.

Questa tradizione nasce e cresce nella Valle d’Itria, cuore pulsante della Puglia, territorio colmo di tradizioni culinarie che attraversano le provincie di Bari, Brindisi e Taranto.
Tra tutti i borghi della valle due di questi hanno fatto, in particolare modo, delle bombette la loro ragione di vita.

Uno di questi è Martina Franca, luogo dove pare che oltre quarant’anni fa abbiano iniziato a proliferare bombette, l’altro Cisternino, un paese che ha fatto della bombetta il suo simbolo più riconoscibile, tuttavia l’origine di questa ricetta oltre che contesa fra i due comuni, è avvolta da un velo di mistero e un pizzico di magia.

Quella che invece sembra essere certa è l’origine del nome Bombette: perché sono una vera e propria esplosione di gusto.

Fondamentale che le dimensioni di questi involtini rimangano ridotte (Il Mannarino vi presta sempre molta attenzione) consentendo di addentarli in un boccone solo, gustandoli voracemente uno dopo l’altro assaporando il loro ripieno che letteralmente “esplode in bocca” con mille sapori.

Secondo la tradizione la bombetta pugliese può avere una sola e rigida versione: involtino di capocollo di maiale ripieno di sale, pepe e formaggio dalle piccole dimensioni, cotto nei tradizionali ‘fornelli pugliesi’, ovvero antiche macellerie di quartiere dotate di un forno o di un braciere. Ma, come tutte le ricette antiche con il tempo è nata l’esigenza di sperimentare sapori nuovi e adattarsi ai gusti di oggi, senza tuttavia perdere la qualità delle origini tradizionali. Ecco perché ne sono state fatte numerose varianti e interpretazioni, accostate ad ingredienti sempre diversi. Ma fondamentale ciò che rende così buono un piatto tanto semplice è soprattutto la qualità degli ingredienti utilizzati per prepararlo, che rendono le bombette un piatto ottimo e sfizioso, da gustare in ogni occasione.

Le Bombette pugliesi sono solo una delle numerose leccornie proposte dal macellaio Mannarino, vieni a scoprire tutto il nostro ricco menù nei nostri banchi macelleria.

Ti aspettiamo in via Carlo Tenca 12 e nella nostra storica sede di Piazza de Angeli !!

Cerca i nostri stuzzicadenti che lasciamo agli eventi e approfitta di una bombetta omaggio.

ATTENZIONE!!!
Chi l’ha provata afferma che causa dipendenza e ne è rimasto assuefatto per cui... assaggiate a vostro rischio e pericolo!

ilmannarinobozza8ok

Disclaimer: le bombette non causano nessun tipo di danno collaterale… abusarne è un piacere da non perdere!